Tomei esordisce in libreria: “I tre druidi” sanno già entusiasmare

13 Mar

Voglia di emergere, ma con i piedi per terra. Stefano Tomei, ventiquattro anni e già una laurea in tasca in Scienze Infermieristiche, non ha abbandonato le sue passioni nonostante gli impegni di studio, di lavoro e quelli nel campo sociale. Frutto di questa sana testardaggine è la pubblicazione del suo primo libro (Edizione Creativa Viareggio) che già sta avendo un discreto successo di pubblico, soprattutto tra i giovani e che si intitola “I tre druidi”, una sorta di “storia numero uno” della serie di libri di fantasia intitolata “I libri di Dorpalan”.

Stefano, da quando la passione per lo scrivere?
“Da sempre, con un impulso ancora più forte durante gli anni delle scuole superiori; leggere e scrivere hanno sempre accompagnato il mio tempo libero da studio e attività con gli amici”.
Da quando avevi in mente “I tre druidi”?
“Avevo pensato ad una storia di fantasy da molto tempo; avevo molti appunti che leggevo e rileggevo, senza mai andare oltre. All’ennesima rilettura, modifica e correzione, ho deciso di mettermi in gioco, trovando nella Casa Editrice Creativa un ottimo supporto”.
Cinquecento pagine di fantasia, descrizioni mozzafiato di emozioni dei personaggi principali, ma partiamo dal titolo: chi sono i druidi nelle tue pagine? Nella storia, i druidi sono stati gli appartenenti alla classe di sacerdoti nelle antiche religioni celtiche, depositari della cultura e della tradizione; nel tuo caso?
“Le storie celtiche hanno ispirato molte opere, nel mio caso i druidi sono maghi, anche giovani, che si rendono conto di essere depositari di poteri unici, soprattutto quello della capacità di impiegare energia in possesso di altre persone”.
Il protagonista è Clark, giovane e orfano di madre, abbandonato dal padre per causa di forza maggiore, che il lettore scopre inizialmente timido e poi lo ritrova forte e carismatico. Clark è un personaggio in cui ti riconosci?
“Chi ha letto il libro e mi conosce, dice che trova molti parallelismi con il mio carattere. Mi fido del giudizio dei miei amici. Il padre di Clark è impegnato nel combattere il male e per un mondo più giusto; abbandona il figlio perché non lo vuole far soffrire e lo vuole preservare dalle tante battaglie”.
La vita del riservato Clark cambia quando conosce Charlie; incontri che cambiano la vita, come accade ai giovani di oggi.
“Proprio così. Charlie è espansivo, fiducioso del futuro, innamorato del prossimo e frequenta molto il timido Clark. Dopo molti colloqui, tanto confronto e avventure trascorse insieme, Clark cambia, fino a diventare più forte e sicuro dei propri mezzi”.
Un’amicizia decisiva nel volume, perché Charlie va oltre…
“Scopre di avere poteri magici e dopo essere approdato in un mondo nuovo, il mondo degli stregoni, dove supera mille difficoltà e fa un altro incontro molto importante, quello con Elisabeth, di cui si innamora”.
L’amore va a buon fine?
“Dico soltanto che la loro relazione è ostacolata dal rango di lei, che è figlia di un governatore che spera per lei un matrimonio con un partner di ben altro rango, nonostante Clark diventa consapevole di essere un druido, ovvero di possedere poteri che nell’intero nuovo pianeta di Dorpalan, in cui approda, che possiedono soltanto tre personaggi, tra cui un Re buono e un altro personaggio la cui entità non è ben definita”.
Usciamo dalla trama del libro e parliamo del futuro di Stefano Tomei. Quale sogno nel cassetto?
“Sto organizzando presentazioni ufficiali a Lucca”.

Una storia di fantasia, certamente non fine a se stessa. Tra battaglie, amori ostacolati, magie, ci sono messaggi che l’autore vuole trasmettere al pubblico giovanile che già lo sta seguendo con successo: al termine delle 500 pagine – suddivise in capitoli scorrevoli e godibili – il lettore ricompone il puzzle e scopre valori come l’amicizia, il piacere di ascoltarsi, parlare e confrontarsi. Ci sono poi i temi del razzismo, del pregiudizio da superare con la conoscenza e il rispetto reciproco. Contesti, emozioni e situazioni, di cui spesso noi essere umani non ci rendiamo conto, come Clark non si renderà conto che il suo destino si legherà in modo indissolubile a quello dell’intero mondo dei maghi. Il libro è in vendita (può essere ordinato laddove è ultimato) nelle librerie della lucchesia.

Michele Citarella

Annunci

Una Risposta to “Tomei esordisce in libreria: “I tre druidi” sanno già entusiasmare”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: