Lammari 1986 – Albinia 0-0 Anatre spuntate e senza idee

19 Feb

Lammari – Albinia 0-0

LAMMARI: Bartelletti, Cipriani, Donati, Battistoni, Garbini, Pisciotta (68’ Petrini), Costantino (80’ Di Mauro), Salvini, Nardi, Gronchi (64’ Belluomini), Viviani. A disp: Puntelli, Bagnatori, Di Clemente, Frugoli. Allenatore Fracassi
ALBINIA: Scognamiglio, Mecarozzi, Mucci, Gentili, Franchi, Lorenzini, Toninelli, Saloni, Fabbri (59’ Khouribech), Bifini (70’ Montero), Caranci. A disp: Gianneschi, Gagliardini, Conti, Guglione, Moriani. Allenatore Cameli
ARBITRO: Bendandi di Ravenna (Caponigro e Caroti di Pontedera)

Un'azione in area maremmana (foto Guidotti)

LAMMARI – Pareggio a reti inviolate tra Lammari e Albinia che, dopo la lunghissima sosta forzata, si affrontano ai “laghetti” alla ripresa del campionato in un match dai contenuti più agonistici che tecnico-tattici. I gialloblu di mister Fracassi, in serie positiva da due turni, si presentano con l’intenzione di conquistare l’intera posta in palio e continuare il proprio cammino. L’Albina, dal canto suo, reduce dalla sconfitta casalinga contro il Pesciauzzanese, è a caccia di punti per provare a rimediare alla precaria situazione di classifica che la vede in quintultima posizione. L’avvio è abbastanza contratto, con entrambi gli schieramenti che sembrano faticare a spezzare il fiato e a riprendere confidenza con il campo. Con il passare dei minuti sono i padroni di casa a prendere maggiormente fiducia, ad iniziare gradualmente a dettare i ritmi e ad imporre, sebbene in modo non troppo deciso, il proprio gioco. Al 13’ Nardi pesca bene sulla sinistra Costantino che da posizione decentrata trova la coordinazione per calciare costringendo Scognamiglio al primo vero intervento. Intorno alla mezz’ora è Gronchi, in mezza rovesciata e su cross di Battistoni dalla sinistra, a testare i riflessi dell’estremo difensore ospite. Dopo pochi minuti ci prova anche Nardi in rovesciata, ma la sfera finisce di poco alta sulla traversa. L’Albinia si difende e prova a giocare di rimessa senza mai riuscire a creare seri pericoli per la porta difesa da un Battistoni chiamato in causa solo per interventi di ordinaria amministrazione. Nella ripresa i padroni di casa appaiono più determinati e motivati, cercano la profondità e spingono alla ricerca del vantaggio. Al 63’ Scognamiglio si oppone al colpo di testa di Nardi ben imbeccato dal solito Costantino e dopo appena due minuti è ancora il portiere ospite protagonista di un doppio intervento prima su Belluomini e poi nuovamente su Nardi. Pur non rischiando nulla in fase difensiva e contro una squadra avversaria apparsa modesta, il Lammari manca della cattiveria necessaria negli ultimi sedici metri non riuscendo a capitalizzare a dovere il volume di gioco prodotto.

Emanuela Lo Guzzo

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: