Lucca strapazza il Mirandola Biancorossi ok nel big match

18 Feb

ArcaAnthea Lucca – Dinamica Generale Mirandola 91-72

ArcaAnthea Lucca: Drocker 3, Crotta 16, Sereni 9, Barsanti 12, Scrocco 16, Nieri 2, Sorrentino 6, Russo 5, Bandini, Parente 22. Allenatore Russo.
Dinamica Generale Mirandola: Venturelli 18, Mauceri 2, Bastoni, Mantovani, Giunta, Losi 14, Gruosso 13, Pignatti 17, Mancin 8, Pulga ne. Allenatore Tinti.
Parziali: 21-19, 44-39, 70-53.
Arbitri: Bonfante e Semenzato.

LUCCA – Gran vittoria per l’ArcaAnthea nel big match della giornata contro Mirandola. Avvio equilibrato, nessuna delle 2 squadre si stacca, Mancin si fa sentire sotto canestro ma Parente dimostra di essere in una di quelle giornate da ricordare. La svolta sembra arrivare ad inizio del secondo periodo: gli ospiti piazzano uno 0-11 di parziale, con Grosso che ha un bell’impatto dalla panchina con ben 7 punti. E’ Parente a riportare Lucca a contatto a quota 37 con un momento di trance, una mano gliela dà Barsanti e con 7-0 di break Lucca fa un mini allungo prima dell’intervallo lungo. Alla ripresa i ragazzi di Russo assestano il colpo da ko: parziale di 15-1, nonostante un deficitario 1/6 dalla lunetta per i liberi conseguenti al quinto fallo e 2 tecnici per Bastoni. Mirandola accusa il colpo e si disunisce, con Scrocco e Parente il vantaggio scollina a quota 20 e la partita che prende i ritmi più congeniali ai padroni di casa. L’ultimo parziale non regala emozioni particolari: Venturelli e Pignatti segnano e tengono viva la fiammella della speranza, sfruttando anche la pessima mira dei lucchesi dalla lunetta (14/25 alla fine), tanto che Losi ha in mano la tripla del potenziale -10 a 3 minuti e mezzo dalla fine. L’errore del play segna la fine del match anche perché Tinti ha grossi problemi di falli con i suoi e non rischia più e allora Lucca può festeggiare la seconda vittoria in 3 giorno ed il 2-0 nello scontro diretto contro gli emiliani. Il primo pensiero di un commosso Roberto Russo va al suo maestro Gianfranco Benvenuti, recentemente scomparso: “Questa vittoria la dedico a lui, che è sempre stato un punto di riferimento per come si dovrebbe allenare, quando sbagliavo pensavo sempre a lui e mi ricordavo come bisogna fare, a livello di disponibilità e gestione dei giocatori. Sono contento che sia stata una vittoria così bella”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: