Diagnosi epatiche meno invasive con l’elastrografia

26 Gen

Le malattie croniche di fegato rappresentano un problema di notevole rilevanza sociale, visto che circa 5 milioni di persone in Italia ne sono affette. Il decorso è variabile da un paziente all’altro, il 30% circa dei casi evolve in cirrosi e ogni anno il 2-4% dei soggetti con cirrosi va incontro all’insufficienza epatica o allo sviluppo del tumore del fegato che richiedono il trapianto di fegato o che portano al decesso del paziente. La fibrosi epatica rappresenta l’evoluzione sfavorevole di tutte le malattie croniche di fegato, l’incremento progressivo negli anni della fibrosi determina un sovvertimento strutturale del parenchima fino allo sviluppo della cirrosi, il livello di fibrosi epatica è pertanto un indice, in particolare della evoluzione, verso la cirrosi. Negli ultimi anni si è registrato un importante sviluppo di sistemi per la valutazione della fibrosi epatica alternativi alla biopsia epatica che è una tecnica invasiva e anche se molto raramente, gravata da complicanze. L’elastografia epatica, è una tecnica che permette in maniera non invasiva, come una ecografia, di valutare il grado di rigidità del fegato che è direttamente proporzionale alla fibrosi dell’organo. Molti centri clinici, anche a livello regionale, sono dotati o si stanno dotando dello specifico apparecchio Fibroscan per effettuare l’elastografia epatica. Nel reparto di Malattie Infettive dell’ospedale di Lucca da alcune settimane per effettuare l’elastografia epatica è stata messa a punto una nuova metodica, il sistema ARFI, che permette nel contesto di un esame ecografico ( quindi con un unico apparecchio) di valutare la fibrosi del fegato. L’utilizzo di questo sistema determina un minor utilizzo di manovre invasive, come la biopsia epatica, evitando i rischi legati a questo esame. Con il sistema ARFI è inoltre possibile valutare anche organi come milza, reni, mammella, tiroide, linfonodi. E’ possibile effettuare questo esame nel contesto di una valutazione epatologica nell’unità operativa di Malattie Infettive, secondo le consuete modalità di prenotazione. Sempre il reparto diretto dal dottor Sauro Luchi organizza per sabato 28 gennaio, all’Auditorium dell’Azienda USL 2 in Piazza Aldo Moro a Capannori, il convegno “Attualità in Malattie Infettive” in collaborazione con l’Ordine dei Medici e della Società Chirurgica Lucchese. L’incontro rappresenta un momento essenziale nel percorso di aggiornamento, che ha come destinatari principali i medici ospedalieri, i medici di medicina generale e ad altre figure rappresentative come gli operatori infermieristici. Gli argomenti scelti sono di grande attualità, con particolare riferimento agli approcci diagnostico-terapeutici più innovativi nel settore. Dopo ogni relazione medica è prevista l’illustrazione di un caso clinico, correlato alla tematica trattata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: