Unione dei Comuni, la giunta sarà più istituzionale che mai

15 Gen

Promessa mantenuta. Al momento della sua nomina a primo presidente dell’Unione dei Comuni Media Valle, avvenuta appena un mese fa, Nicola Boggi si prese l’impegno di avere entro poche settimane la giunta pienamente operativa. E così, ieri, il cerchio si è chiuso con l’assegnazione delle deleghe, avvenute nell’ottica del pieno coinvolgimento di tutti gli organi collegiali. Una partecipazione totale, visto che sono stati assegnati compiti anche per i consiglieri provenienti dalle minoranze dei vari consigli comunali. Per i sindaci membri dell’esecutivo, le cariche sono le seguenti: Francesco Poggi (Borgo a Mozzano) seguirà la cultura, la conservazione dei beni culturali ed il turismo; Marco Bonini (Barga) la bonifica montana, il vincolo idrogeologico oltre a coordinare le attività del progetto “Bacino Culturale Valle del Serchio: Rocche e fortificazioni”. A Valerio Amadei, primo cittadino di Coreglia, toccherà seguire il demanio, la forestazione, le attività produttive, le tematiche legate alla mobilità e le politiche per l’occupazione, mentre Oreste Giurlani avrà il compito di approfondire le tematiche legate alle politiche per la casa, socio-sanitarie e dell’integrazione. Anche i consiglieri di maggioranza e opposizioni saranno partecipi della vita amministrativa e politica dell’ente che ha sostituito la vecchia Comunità Montana. Così Loris Agostini avrà la delega bilancio e finanze e progetti speciali per la valorizzazione e la custodia della montagna toscana; Rolando Bellandi, agricoltura e politiche per la promozione delle eccellenze eno–gastronomiche del territorio; Roberta Motroni istruzione e politiche per l’infanzia e l’adolescenza; Guido Santini promozione dello sport e del tempo libero; Massimo Bigiarini, ambiente e sviluppo delle energie rinnovabili; Giovanni Landucci, innovazione tecnologica; Fabrizio Mariani, solidarietà sociale e rapporti con il volontariato. Il presidente Boggi si è riservato di seguire direttamente le deleghe alla protezione civile, all’antincendio boschivo, al personale oltre a svolgere un ruolo di coordinamento per le attività della struttura unica di polizia municipale, dell’area tecnica e delle maestranze forestali; alla dottoressa Cristina Benedetti, per quasi due anni e mezzo già assessore della giunta della comunità montana presieduta dallo stesso Boggi, la delega speciale alle politiche per la tutela degli animali. Insomma, la macchina è oliata al punto giusto, la giunta è istituzionale sulla scia di quanto lanciato durante la presidenza Bonini, si lavora tutti nella stessa direzione, senza distinzioni tra destra e sinistra: “Prende il via con questo atto – commenta Boggi – un progetto ambizioso di governo partecipato del nostro territorio nel quale, insieme ai sindaci, abbiamo deciso d’affidare un ruolo di protagonista ad ogni componente del consiglio dell’Unione”. Anche perchè, il lavoro non manca di certo, visto che è sempre più ampio il ventaglio delle materie che verranno trattate: “La stagione politico- istituzionale che stiamo vivendo impone che, alle importanti deleghe regionali fino ad oggi gestite dalle Comunità Montane – prosegue il Presidente – si aggiungano altre rilevanti tematiche che sempre più dovranno essere affrontate a livello comprensoriale superando il confine dei nostri singoli comuni d’appartenenza”.

Nicola Bellanova

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: