Al via all’Esedra Formazione un corso per Animatore Socioeducativo

3 Nov

LUCCA. Il terzo settore sarà oggetto di grandi innovazioni nei prossimi mesi, quando il disegno di riforma proposto dal Governo sarà finalmente discusso e trasformato in legge. Tra le nuove professioni sociosanitarie che saranno necessarie, spicca la figura dell’animatore socio educativo. E l’Esedra Formazione organizza un corso per il conseguimento della qualifica professione di “Tecnico dell’Animazione socio educativo”, riconosciuta di recente dalla Regione Toscana. L’operatore, dopo un corso di formazione di 900 ore di cui un terzo di stage, potrà essere utilizzato all’interno di servizi sociosanitari pubblici e privati su tutto il territorio nazionale. I campi di applicazione interessano prevenzione delle marginalità e del disagio sociale, all’integrazione e partecipazione sociale, allo sviluppo di potenzialità individuali e collettive, operando in stretta collaborazione con altre figure professionali e con i servizi del territorio. Nelle strutture sociosanitarie per persone anziane o con disabilità, il tecnico dell’animazione socio-educativa programma e svolge attività finalizzate alla valorizzazione del tempo libero con l’obiettivo di stimolare l’espressività, la comunicazione, la socializzazione e l’integrazione di individui e gruppi. Nelle strutture socio- educative per minori progetta e gestisce attività di carattere socio- educativo, ricreativo, culturale, per lo sviluppo delle relazioni e dell’integrazione; tali attività risultano coerenti con gli obiettivi del progetto educativo personalizzato di ogni minore definiti dall’equipe educativa. Per informazioni e iscrizioni telefonare allo 0583.419640 o scrivere a info@esedraformazione.it  referente Luisa Viscomi. 

Annunci

Tanti auguri Anna Rosa, mezzo secolo col Sacro Cuore

24 Apr

Al termine della Santa Messa di domenica pomeriggio alla chiesa del Sacro Cuore a Barga, sono partiti i festeggiamenti e consegnati dei regali per la signora Anna Rosa che festeggiava i 75 anni di compleanno ma soprattutto il mezzo secolo come “perpetua” presso l’oratorio cittadino. Tanti auguri anche da tutta la redazione di Senzaschemi.

Matteo Casci

Conto alla rovescia a Barga per la marcia dei Colli pascoliani

24 Apr

Carlo Colombara sarà al Giglio, il grande basso regalerà spettacolo

18 Apr

Questa mattina, nel corso della conferenza stampa tenutasi nel Ridotto del Teatro del Giglio alla presenza dell’Assessore del Comune di Lucca Letizia Bandoni, del Presidente del Teatro del Giglio Massimiliano Volpi, del basso Carlo Colombara e dei registi Giulio Frugoli e Serenella Gragnani (ResetMusic), è stato presentato ‘Stasera decido io: 10 round con il basso Carlo Colombara’, che andrà in scena in prima assoluta mercoledì 2 maggio (ore 21), uno spettacolo-concerto costruito con l’intento di svelare al pubblico i retroscena dell’opera lirica attraverso la messa in scena ‘in diretta’ – complici regista ed attrezzista presenti sul palco –  di dieci famosissimi brani del repertorio per basso (da Mozart a Weill, da Puccini a Verdi, da Tosti a Mancini).

 

Protagonista il basso Carlo Colombara che, forte della sua carriera internazionale che lo porta ad esibirsi nei più grandi teatri e festival del mondo (per la stagione 2011-2012 basti ricordare il Nabucco al Metropolitan di New York e La bohème al Festival di Salisburgo) svelerà i retroscena della lirica compiendo un excursus attraverso la storia del melodramma, esibendosi nei ruoli più conosciuti del repertorio per basso accompagnato al pianoforte da Natalia Morozova, col supporto in scena dalla regista Serenella Gragnani, che interagirà con lui portando allo scoperto il ‘dietro le quinte’ della lirica. Queste le parole del Presidente del Teatro del Giglio, Massimiliano Volpi: «La lirica, nata come cultura popolare nel senso più stretto e pregnante del termine, ha assunto col passare del tempo un’aura di aristocratica distanza dalle persone comuni. Il tempo che ho trascorso al Giglio come Presidente mi ha portato spesso a cercare soluzioni per affrancare l’opera lirica da questo pregiudizio ‘intellettualistico’. Tra le varie proposte della ormai quasi conclusa stagione teatrale, ricordo alcune tra le iniziative e le scelte di spettacolo che sono andate in questa direzione: un ‘abbonamento lirica’ per studenti fino a 29 anni al prezzo speciale di 40 euro per tre spettacoli, il lavoro di formazione per le scuole medie inferiori e superiori sull’opera lirica, e lo spettacolo ‘Nessun dorma’ dedicato alla Turandotpucciniana (in scena nei giorni scorsi nel Teatro Ragazzi, e dedicato ai bimbi da 6 a 10 anni). Ulteriore passo in questa direzione lo spettacolo-concerto che presentiamo questa mattina, pensato – in collaborazione con Reset Music – per far conoscere il mondo della lirica attraverso uno sguardo privilegiato sulla fase di lavorazione dell’opera che precede il debutto, e che sono certo non mancherà di attrarre e coinvolgere il pubblico.».

“Regista e cantante non sono della stessa opinione il cento per cento delle volte – ha dichiarato il Maestro Carlo Colombara –. Questo è ciò che portiamo in scena in uno spettacolo/dibattito in cui non ci saranno solamente arie d’opera, ma musica di molti generi diversi, da brani di musical a canzoni napoletane. Lo spettacolo vuole colmare un vuoto che si è creato, a causa del quale si è persa un’intera generazione di pubblico. Anche per questo abbiamo scelto di offrire lo spettacolo a prezzi popolari”.

“Lo spettacolo è una prova di regia, cioè un evento che lo spettatore non vive mai – ha spiegato il regista Giulio Frugoli -. Chi è che decide di solito? Interprete o regista? Serve una mediazione, e da qui nasce ‘Stasera decido io’. Si tratta della prima produzione di una realtà appena nata, ResetMusic, che vuole iniziare anche a lavorare con il territorio per tutto quello che la promozione della cultura può significare”.

“Questo – ha concluso la regista Serenella Gragnani – è un investimento a lungo termine che facciamo sulla musica. Uno spettacolo come questo ribalta la visione consueta della lirica, mettendo in scena tutti gli ‘attori’ coinvolti, tra cui anche l’attrezzista Luigina Monferrini. Avrà un ruolo essenziale il Maestro Natalia Morodova, pianista accompagnatore nota per la sua carriera di concertista”.

Un’occasione da non perdere per melomani ma soprattutto per chi desidera avvicinarsi al mondo della lirica godendo godere di un punto di vista privilegiato sulla fase di lavorazione dell’opera lirica, molto delicata e complessa, che si svolge sempre a porte chiuse e vive della perenne dialettica cantante-regista, e conoscere così lo svolgersi delle attività che precedono il debutto dell’opera attraverso i suoi segreti.

Lo spettacolo, realizzato dal Teatro del Giglio in collaborazione con Reset Music, utilizza come scenografia elementi di video arte e propone un linguaggio visivo coinvolgente, dimostrando così che la lirica ha un’attualità espressiva inimmaginabile, che può diventare accessibile a tutti.

Il Maestro Colombara ha scelto non a caso Lucca – dove nel 2010 è stato protagonista del Don Giovanni di Mozart nel nuovo allestimento del Teatro del Giglio –  per portare in scena questa avventura: oltre ad aver dato i natali al Maestro Giacomo Puccini, Lucca è infatti una città musicalmente molto vivace.

Valdottavo com’è cambiata in un secolo vissuto con 500 foto

17 Apr

Grande successo a Valdottavo per la mostra fotografica “ Come eravamo “, allestita all’interno dell’ex Casa Mezzetti, oggi di proprietà della Misericordia di Borgo a Mozzano che gentilmente ha concesso lo stabile, sito in località Vescovato a due passi dal centro storico. L’iniziativa è nata all’interno del programma della recente Festa dell’Olio e voleva ripercorrere un po’ tutto il passato della frazione più grande del Comune di Borgo a Mozzano , almeno quello riconducibile con immagini, gli organizzatori hanno contattato un po’ tutte le famiglie del paese e grazie al contributo di tutti sono riusciti a mettere insieme la bellezza di 500 foto d’epoca che sono andate a ricoprire tutto il secolo scorso, in pratica l’era dell’avvento della macchina fotografica. La mostra ha riscosso un tale successo che da molti è arrivata la richiesta di prolungare l’esposizione,  così grazie anche alla Pasqua imminente si è poi protratta fino a domenica scorsa 15 aprile; numerosissimi sono stati i visitatori, si parla di più di mille partecipanti, per la gioia un po’ di tutti. Gli organizzatori hanno riscosso il giusto merito per l’iniziativa mentre tutti gli abitanti di Valdottavo hanno potuto rivedere i loro cari o i vecchi amici in momenti di vita quotidiana, di festa e di lavoro. Oltre alle tantissime foto, catalogate per periodo storico e per tipo di avvenimento, era presente anche un filmato di quaranta minuti che riproduceva momenti di vita paesana durante gli anni sessanta e come è possibile immaginare è stato letteralmente preso d’assalto, sia da i più giovani che da i più anziani, facendo sorridere molti e facendo uscire qualche lacrimuccia ad altri. Un vero successo che è andato oltre le più rosee previsioni e che sicuramente l’anno prossimo avrà un sostanzioso seguito.

Gianmarco Andreuccetti

Fotovoltaico, il rebus incentivi. L’Uncem chiede lumi al Governo

13 Apr

Le ipotesi di modifica dei sussidi per gli impianti fotovoltaici stanno generando confusione e apprensione per i comuni che in questi anni hanno puntato molto sul settore delle rinnovabili ma anche per le imprese e i singoli cittadini. “Bene ha fatto l’Anci nazionale a chiedere un incontro urgente con il governo per fare chiarezza – è il commento di Oreste Giurlani, presidente di Uncem Toscana – Servono anzitutto regole certe per permettere alle imprese di investire in questo settore e lo stesso vale per i singoli cittadini che vogliono sposare questa fonte di energia alternativa per uso familiare”. Intanto sono iniziate le prime consultazioni a livello regionale da parte della commissione agricoltura, sviluppo economico e ambiente, che ha ascoltato numerose categorie – Cia regionale, Cna Toscana, Confindustria, Ance e la stessa Uncem – per recepire pareri e osservazioni. “Un incontro importante per aggiustare il tiro, a livello regionale, sulle reali esigenze che sta vivendo questo settore – afferma ancora Giurlani –. Il sistema degli incentivi è decisivo per favorire investimenti proprio in montagna. Ci sono molti casi di bandi aperti andati deserti per la mancanza di certezze. Se verranno sciolti alcuni nodi fondamentali potremo assistere ad una forte ripartenza di tutto il settore”.

Sarà un BargaJazz all’insegna del duo Sun Ra-Petrella

13 Apr

E’ uscito il bando per partecipare alla XXV edizione del concorso di BargaJazz che presenta una formula rinnovata. Il tema con cui i concorrenti si dovranno confrontare sarà l’eclettica musica di Sun Ra, uno dei più importanti innovatori del linguaggio jazzistico ed anche del modo di concepire la big band.

Inoltre per il 2012 l’orchestra di Barga avrà ospite uno dei jazzisti italiani contemporanei più apprezzati sulla scena mondiale il trombonista Gianluca Petrella.

Il binomio Sun Ra – Petrella non è nuovo visto che Petrella ha spesso frequentato la musica di Sun Ra facendone una delle sue principali fonti di ispirazione. A Barga suonerà gli inediti arrangiamenti dei concorrenti come solista insieme alla BargaJazz Orchestra diretta come sempre da Bruno Tommaso.

Tre le sezioni in cui si divide il concorso: sezione A arrangiamento (dedicato a SUN RA), sezione B composizioni originali, sezione C emergenti.

I finalisti della sezione C saranno selezionati tra quelli prodotti dagli allievi del corso di arrangiamento e composizione per Big Band che si terrà a Barga tra il 17 e il 21 Agosto 2012.

I Brani finalisti delle tre sezioni verranno eseguiti nel corso del BargaJazz Festival 2012 il 24 e 25 Agosto.

Il regolamento del concorso è pubblicato sul sito www.bargajazz.it.

Gruppo Marciatori Barga, una primavera di successi

13 Apr
Ultime notizie e aggiornamenti sull’attività degli atleti del Gruppo Marciatori Barga.
– Domenica 04-03-2012  Giorgio Biagioni ha partecipato alla Mezza Maratona di Fucecchio piazzandosi al settimo posto di categoria con il tempo di 1.57.50
– Domenica 25-03-2012 alla Maratonina di Pistoia ancora Giorgio Biagioni ha corso con il tempo di 1.55.22 classificandosi ottavo di categoria
– Domenica 25-03-2012 quattro nostri atleti hanno affrontato la trasferta a Ferrara per correre la Maratona. Si tratta di Lucia Chiappa, Giuliana Pennacchi, Daniele Ponziani e Maurizio De Simone.
– Giuliana Pennacchi ha dovuto dare forfait per un guaio fisico e si è dovuta ritirare nella gara di Maratona, portata invece a termine da Lucia Chiappa con il tempo di 4.29.50 piazzandosi seconda di categoria e Maurizio De Simone con il tempo di 4.38.43, mentre Daniele Ponziani ha corso la Mezza Maratona piazzandosi quarto di categoria con il tempo di 1.36.39
– Giorgio Biagioni ha corso anche il 01-04-2012 alla Stracarrara corsa competitiva di 10 km. valida anche come Campionato Toscano Amatori-Masters piazzandosi ottavo di categoria con il tempo 52.46
Ricordiamo che il Gruppo Marciatori Barga insieme agli Amici del Cuore  ed i patrocinio del Comune di Barga organizza per Domenica 29 Aprile p.v. la marcia non competitiva BARGA E I COLLI DEL PASCOLI giunta alla 33a edizione, inserita nel calendario del Trofeo Podistico Lucchese e quindi invitiamo tutti a partecipare e ad approfittare dell’ occasione per fare sport e vedere Barga e i suoi dintorni.
.
Giuseppe Luti – Gruppo Marciatori Barga

Escursionisti pisani salvati dagli angeli del Sast

11 Apr

Nella mattina di lunedì di Pasquetta, la stazione di Querceta del Soccorso Alpino e Speleologico Toscano, allertata dal 118 Versilia (centrale di riferimento), è intervenuta in soccorso di due escursionisti in difficoltà nei pressi del sentiero N°144 che dal paese di Arni (Stazzema) in alta Versilia sale attraverso il bosco del Fato Nero ed il monte Fiocca, fino al Passo Sella. I due escursionisti (le loro iniziali A.N. e M.R., provenienti dalla provincia di Pisa) partiti dall’abitato di Arni e sprovvisti di attrezzatura alpinistica, si trovavano nei pressi di un punto chiamato “Il malpasso” (proprio perché obbliga al superamento di un tratto di lisce rocce inclinate che, pur trattandosi di un sentiero CAI, la presenza di neve o ghiaccio rende insidioso) e, trovando un sottile strato di neve caduta nella notte, hanno cercato fuori dal sentiero una passaggio per evitare il punto ghiacciato, finendo in una zona di rocce ripide da cui non sono riusciti a proseguire ne’ a tornare indietro. Visto il luogo, le condizioni meteo e il freddo tornato vicino allo zero è scattata la richiesta di soccorso. La scarsa visibilità non ha consentito l’intervento con l’elicottero neanche per l’avvicinamento del personale in quota, costringendo la squadra di soccorso a percorrere il sentiero dal basso dopo aver raggiunto con i mezzi il paese di Arni. I due escursionisti sono rimasti in contatto telefonico con i tecnici della stazione di Querceta, incolumi anche se infreddoliti fino a quando, verso le 13, sono stati individuati e, calandosi dall’alto con le corde sono stati raggiunti e messi in sicurezza. Alcune calate con le corde sono bastate per riguadagnare il sentiero e tornare tutti insieme alle auto, raggiunte verso le 16. Il Soccorso Alpino e Speleologico Toscano ricorda così che le Alpi Apuane sanno essere bellissime compagne di gioco qualsiasi sia l’attività che si pratica, ma rimangono per esposizione e dislivelli, montagne impegnative e molto sensibili alle variazioni meteorologiche. È meglio rinunciare ad una escursione se ci si accorge di non essere adeguatamente attrezzati o se le condizioni ambientali non lo consentono. Se invece che trattarsi del recupero di persone incolumi e collaboranti, ci fosse stata necessità di un recupero con barella di uno o più infortunati i tempi si sarebbero necessariamente dilatati e l’esposizione al rischio elevata anche per i soccorritori che si sarebbero dovuti muovere con carichi pesanti sulle spalle (fino e oltre 40 Kg a persona), su un terreno reso scivoloso dalla poca neve.

Contributi alla cultura, la Provincia premia Barga

11 Apr

Incredibile ma vero. E per fortuna, bisognerebbe aggiungere. Barga, in fatto di contributi di Palazzo Ducale per il sostegno alla cultura, ha superato persino realtà molto più grandi come Capannori. Merito della qualità delle iniziative in cartellone, dell’appeal della cittadina o di altri fattori, l’importante è che siano arrivati. Tra l’altro, è l’unico comune della zona nord della provincia, che ha beneficiato di queste assegnazioni. Ora, non per essere pignoli bisognerebbe che qualcuno dalla Provincia, specifichi meglio perchè, se sono dettagliati precisamente tutte gli eventi finanziati e relativa somma assegnata, ci sia invece quel “Comune di Barga iniziative culturali 2011  – 10.000 euro”. Specificare suddette iniziative, no? Ma non è il caso di andare per il sottile, di questi tempi ogni euro che arriva per la cultura è manna dal cielo, da Lucca o da Roma. L’Amministrazione provinciale comunica di avere approvato i contributi per le attività culturali 2011. L’attività di sostegno della Provincia alle varie iniziative culturali è avvenuto in stretto raccordo con la Regione Toscana, con gli enti locali territoriali e con le Fondazioni bancarie ed ha riguardato le seguenti aree tematiche: area spettacolo (cinema, musica, danza, teatro, multimedia), area manifestazioni espositive, letterarie e convegnistiche, area di sviluppo didattico – culturale di interesse provinciale, area di promozione della cultura e della storia del territorio, progetti e manifestazioni culturali di enti pubblici.

L’elenco dei beneficiari dei contributi di fondi provinciali erogati sulla base di una valutazione tecnica effettuata da una Commissione del Servizio Cultura della Provincia, risultano: Il Serchio delle Muse ed. 2011 10.637 euro – Comune di Serravezza/Fondazione Terre Medicee per Mostra “Guttuso e gli amici di Corrente” 30.000 euro – Accademia di Montegral per Festival “Col Legno” 1.500 euro – Filarmonica Gaetano Luporini per attività concertistica 5.000 euro – Ufficio cultura arcidiocesi di lucca per Presepe “Ground zero” 1.500 euro – Premio Letterario “Genny Marsili” Pietrasanta 1.800 euro- Lubec 2011 4.000 euro – Comune di Viareggio per Europa Cinema 2.000 euro – Barga Jazz 4.750 euro – opera Barga 4.750 euro – Lucca Jazz Donna 9.000 euro – Comune Montecarlo per l’opera lirica 5.000 euro – Lucca Comics and Games 5.000 euro –Fai, attività 150° anniversario unità d’Italia, 1.000 euro – Sinfonia, attività 150° anniversario unità d’Italia, 1.500 euro – Puccini e la sua Lucca per rappresentazioni musiche pucciniane 10.000 euro – Comune di Capannori per concerto 1° Maggio 5.000 – Anfiteatro Music Festival 10.000 euro- Comune di Altopascio stagione teatrale 5.000 euro – Lucca Autori 2011 1.000 euro – Fita attività teatro amatoriale 1.000 euro – Comune di Porcari per “Chiaro di Luna 2011” 5.000 euro – Filarmonica Giacomo Puccini 1.000 euro – Lucca Film Festival 2011 6.000 euro – Comune di Barga iniziative culturali 2011 10.000 euro – Corale Camigliano attività 2011 1.000 euro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: